I nuraghi Orruttu e Sanu a Osini

Seleziona Categoria

Sembrano quasi identici, si stagliano a pochi chilometri l’uno dall’altro e impreziosiscono la vallata di Truculu stagliandosi ancora maestosi: sono i nuraghi Orruttu e Sanu. Il nuraghe Orruttu è il primo che si trova arrivando da Osini (dove sorge anche il bellissimo complesso nuragico di Serbissi) e ha la forma tipica monotorre di tante di queste strutture. Costituito da enormi blocchi di calcare ben squadrati purtroppo mostra i segni del tempo. Infatti mantiene il diametro di 12 metri, ma l’altezza residua rimasta è di solo 4,6 metri conservando pochi filari di massi. Si intravede ancora la forma trapezoidale all’ingresso dell’architrave, ma l’interno è ingombro di crolli. Sicuro oramai e restaurato ha svelato la presenza di una camera interna, due nicchie e la scala, senza contare che negli strati sottostanti sono stati trovati anche piccoli reperti tra cui un bracciale in bronzo. A completare il quadro d’insieme si segnala che nei pressi si trovano i resti di una capanna circolare. Le tracce mostrano che la struttura massiccia è stata frequentata dal Bronzo medio fino al Bronzo recente ossia tra il 1600 e il 900 A.C.

nuraghe orruttu

Anche il nuraghe Sanu secondo gli scavi è stato utilizzato nello stesso periodo ma ha avuto ulteriori frequentazioni nel tempo. Simile nelle forme al vicino collega ha un diametro di 12,5 metri e un’altezza residua di circa 6 metri, ma gli archeologi ritengono che fosse una torre molto più alta. Di forma monotorre e volta a tholos (a cupola) è fatto in blocchi di calcare. Dagli scavi sono emersi anelli di bronzo che confermano il periodo di utilizzo. Di particolare interesse la presenza non distante di due tombe dei giganti di cui è rimasto solo un filare di pietra. Inoltre la prima tomba conserva cinque lastroni infissi nel terreno del lato destro e un lastrone del lato sinistro e mostra una camera funeraria di circa 10 metri e larga quasi un metro. La seconda tomba offre ancora quattro lastroni sul lato destro e tre lastroni di pietra su quello sinistro, ma la camera interna è andata quasi del tutto distrutta.

nuraghe sanu

Utilizzando il più vicino centro abitato come punto di partenza che è Osini, arrivare ai nuraghi Orruttu e Sanu non è complesso. Osini si trova al centro dell’Ogliastra, su un grande altopiano circondato da una serie di vette. Nel territorio sono presenti diversi nuraghi tra cui forse il più importante è il nuraghe Serbissi, ma non sono da trascurare appunto quelli di Orruttu e Sanu. Partendo da Osini ci si inoltra attraverso la Gola o Scala di San Giorgio, uno stretto passaggio attraversato da un nastro d’asfalto e sovrastato da una punta chiamata Su Casteddu o Il Castello (dal materiale ceramico e da alcune monete ritrovate sembra che fosse sede di una postazione militare romano-bizantina). Superato questo affascinante costone ci si immette nella valle di Truculu, un altopiano ricco di tracce nuragiche. A breve distanza l’uno dall’altro sorgono i nuraghi Sanu e Orruttu. Mentre più distante sorge il nuraghe Serbissi. L’ingresso per visitare i resti delle due costruzioni è libero.