Santa Maria Navarrese-Pedra Longa

Ecco un percorso di trekking suggestivo nell’Ogliastra e poco impegnativo che porta da Santa Maria Navarrese a Pedra Longa

Mappa Itinerario

mappa-in-lavorazione

Per chi voglia cimentarsi in un percorso di trekking suggestivo nell’Ogliastra e poco impegnativo (di 4,5 chilometri circa, con soli 200 metri di dislivello), magari come preparazione al più arduo “Selvaggio Blu” può provare il sentiero della Sardegna che porta da Santa Maria Navarrese a Pedra Longa.

Siamo nel cuore dell’Ogliastra: distese verdeggianti intervallate da zone più rocciose si uniscono allo spettacolo della costa intatta e rigogliosa che fa da cornice a gran parte del cammino di questa gita in Sardegna. La partenza dell’itinerario è dal centro di Santa Maria Navarrese, si cammina per Via Plammas fino al Ristorante il Pozzo, si continua poi sulla via Pedra Longa sino all’ostello Bellavista. A questo punto troverete, alla sinistra del Bar “Sa Cadrea”, un segnale in legno che suggerisce l’inizio del sentiero vero e proprio, chiuso con un cancello. Apritelo e, una volta passati, richiudetelo: seguite il percorso in direzione Nord.

Conclusa la breve salita avrete due opzioni: proseguire diritto o girare a sinistra (verso la località Su Rele): continuate dritto fino al bivio successivo. Questa volta la scelta è tra destra (verso la localita marina di Ardalavé) e sinistra. Recatevi a sinistra percorrendo un sentiero costellato di piante di corbezzolo, ginepro, lentisco e fillirea. Dopo qualche minuto una nuova biforcazione (destra, verso il mare, a Su Runcu Nieddu) in cui girare nuovamente a sinistra.

Passata una mezz’ora di cammino, un nuovo bivio. La biforcazione non è segnalata: sulla destra il sentiero prosegue in discesa verso la piccola cala di Follò. Sulla sinistra invece il percorso raggiunge in breve il greto asciutto di un ruscello che, una volta superato, conduce verso una scala di pietra. Seguendo i segni rossi si svolta prima a sinistra passando sotto un carrubo e poi nuovamente sulla destra verso Nord. A questo punto l’Ogliastra si disvela in tutta la sua bellezza. Siamo ormai in quota è Pedra Longa è a poca distanza. Il percorso si dipana tra corbezzoli, ginepri e macchia di cisto e la vostra gita in Sardegna è ormai conclusa. Se volete fare qualche foto panoramica fermatevi sul terrazzino a picco sul mare, poco prima dell’arrivo alla meta, ne vale davvero la pena!

Informazioni aggiuntive

Altri sentieri:

Su Marmuri

Un altro splendido sentiero all’interno dei Tacchi d’Ogliastra: un percorso ad anello che parte dalla splendida cittadina di Ulassai e vi fa ritorno dopo 16,3 chilometri tra grotte misteriose, stupefacenti cascate e maestosi altopiani calcarei

Punta Corongiu

Nei suoi 6 chilometri, il sentiero verso Punta Corongiu è considerato uno dei percorsi più belli (ma anche impegnativi) fra quelli dei Tacchi d’Ogliastra. La vista all’arrivo, però, è davvero mozzafiato.

Sa Portiscra-Cala Luna

Dalla montagna al mare, quello fra Sa Portiscra e Cala Luna è uno dei sentieri in Sardegna tra i più impegnativi: quasi 22 km e oltre 900 metri di dislivello altimetrico prima di approdare alla splendida spiaggia in territorio di Baunei.

Servizi e Contatti

Consigliati per te
I culurgiones sono considerati una lecornia tipica sarda

Culurgiones

Il piatto più tipico dell’Ogliastra è un raviolo di pasta, ripieno principalmente di patate e formaggio ma dalle tante varianti. Una delizia difficile da scordare

Osservatorio Monte Armidda2

L’osservatorio di Monte Armidda

Situato a 1150 metri di altitudine, nei comuni di Lanusei e Gairo, l’osservatorio astronomico è un fiore all’occhiello della regione dell’Ogliastra. Aperto tutto l’anno ecco come fare per prenotare una visita

Sa Seadas con il miele

SEADAS

il dolce sardo più celebre anche oltre mare formato da una sorta di tasca chiusa di pasta di semola ripiena di formaggio, simile a un grande raviolo, ha origini molto antiche.