Festa di San Pietro in Golgo

Seleziona Categoria

In bilico fra sacro e profano, la festa di San Pietro in Golgo, a Baunei, è ormai da secoli uno degli eventi più caratteristici dell’estate in Ogliastra. La festa si tiene in due giorni, nell’ultimo weekend di giugno. Teatro dell’evento è l’omonima chiesa campestre, edificata fra la fine del Seicento e l’inizio del Settecento e caratterizzata dalle pietre a vista e dalla facciata bianca. La chiesetta di San Pietro sorge sull’altopiano di Golgo, un vasto territorio calcareo pianeggiante che rimane a una decina di chilometri dal paese, all’altitudine di 400 metri s.l.m..

La festa si apre solitamente alla mattina del sabato, con la celebrazione della Santa Messa nella chiesa parrocchiale di Baunei. Da lì, dopo la cerimonia religiosa, parte la processione a piedi verso la chiesa di San Pietro a Golgo, spesso accompagnata dal suono inconfondibile delle launeddas (tipici strumenti a fiato) e degli organetti tradizionali. Nel pomeriggio del sabato la messa viene celebrata invece nella chiesetta campestre dedicata al santo che qui, secondo la leggenda, avrebbe sconfitto il demoniaco rettile che minacciava la popolazione di Baunei. La sera spazio ai riti laici, fra folklore e enogastronomia.

San Giorgio in Golgo

La festa di San Pietro in Golgo, a Baunei, è ormai da secoli uno degli eventi più caratteristici dell’estate in Ogliastra.

Da circa 15 anni, infatti, alle celebrazioni religiose in onore di Santu Pedru, si affianca la sagra della carne di capra di Baunei, ideata da una delle compagnie locali di caccia grossa. Un’iniziativa che richiama una tradizione antica, quella di offrire un pezzo di carne ai pellegrini che raggiungevano la chiesa di San Pietro in occasione della festa.

L’epilogo della festa di San Pietro in Golgo è la domenica; alle 7.30 si comincia in paese, con la messa, al termine della quale parte un’altra processione verso la chiesetta, accompagnata anche dai cavalieri e dal gruppo folk locale. Una volta giunti alla chiesa sull’altopiano, si celebra una nuova messa. Nel tardo pomeriggio la processione si ripete in direzione opposta e, a Baunei, si compie il rito dell’accoglienza.

Anticamente nei giorni della festa operava senza sosta il forno antico accanto alla chiesa, mentre i pastori e gli altri pellegrini che trascorrevano al Golgo la notte erano ospitate dalla classiche “cumbessias”, le tradizionali case in pietra che, in tutta la Sardegna, circondano i santuari.Per informazioni: turismo Ogliastra